Divine Word Missionaries

Liturgy


Liturgy


Messa

Liturgia delle ore


Back to

Members' Area

Site Map

Home


 

15 gennaio

SANT'ARNOLDO JANSSEN
sacerdote e fondatore

SOLENNITÀ

ANTIFONA D’INGRESSO

At 1, 8

Avrete forza dallo Spirito Santo
che scenderà su di voi
e mi sarete testimoni fino agli estremi confini della terra.

Si dice il Gloria

COLLETTA

O Dio, che per mezzo del tuo Verbo fatto carne
hai operato la riconciliazione del genere umano,
concedi propizio, per l’intercessione
di sant’Arnoldo sacerdote,
che tutti i popoli, con la luce del Verbo
e con la grazia dello Spirito,
scoprano la luce della verità
e percorrano la via della salvezza.
Per il nostro Signore Gesù Cristo tuo Figlio,
che è Dio, e vive e regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

PRIMA LETTURA

Is. 52, 7-10

Tutti i confini della terra vedranno la salvezza del nostro Dio.

Dal Libro del profeta Isaia

Come sono belli sui monti
i piedi del messaggero di lieti annunzi
che annunzia la pace,
messaggero di bene che annunzia la salvezza,
che dice a Sion: «Regna il tuo Dio»
Senti? Le tue sentinelle alzano la voce,
insieme gridano di gioia,
poiché vedono con gli occhi
il ritorno del Signore in Sion.
Prorompete insieme in canti di gioia,
rovine di Gerusalemme,
perché il Signore ha consolato il suo popolo,
ha riscattato Gerusalemme.
Il Signore ha snudato il suo santo braccio
davanti a tutti i popoli;
tutti i confini della terra vedranno
la salvezza del nostro Dio.

Parola di Dio

SALMO RESPONSORIALE

Dal salmo 95

Rit.: Annunziate a tutte le nazioni i prodigi del Signore.

Cantate al Signore un canto nuovo,
cantate al Signore da tutta la terra.
Cantate al Signore, benedite il suo nome.

Annunziate di giorno in giorno la sua salvezza.
In mezzo ai popoli raccontate la sua gloria,
a tutte le nazioni dite i suoi prodigi.

Date al Signore, o famiglie dei popoli,
date al Signore gloria e potenza,
date al Signore la gloria del suo nome.

Prostratevi al Signore in sacri ornamenti.
Tremi davanti a lui tutta la terra,
dite tra i popoli: “Il Signore regna!”

SECONDA LETTURA

Ef 3, 8-12. 14-19

Annunziare ai Gentili le imperscrutabili ricchezze di Cristo.

Dalla lettera di San Paolo apostolo agli Efesini.

Fratelli, a me, che sono l’infimo fra tutti i santi, è stata concessa questa grazia di annunziare ai Gentili le imperscrutabili ricchezze di Cristo, e di far risplendere agli occhi di tutti qual è l’adempimento del mistero nascosto da secoli nella mente di Dio, creatore dell’universo, perché sia manifestata ora nel cielo, per mezzo della Chiesa, ai Principati e alle Potestà la multiforme sapienza di Dio, secondo il disegno eterno che ha attuato in Cristo Gesù nostro Signore, il quale ci dà il coraggio di avvicinarci in piena fiducia a Dio per la fede in lui.

Per questo, dico, io piego le ginocchia davanti al Padre, dal quale ogni paternità nei cieli e sulla terra prende nome, perché vi conceda, secondo la ricchezza della sua gloria, di essere potentemente rafforzati dal suo Spirito nell’uomo interiore. Che il Cristo abiti per la fede nei vostri cuori e così, radicati e fondati nella carità, siate in grado di comprendere con tutti i santi quale sia l’ampiezza, la lunghezza, l’altezza e la profondità, e conoscere l’amore di Cristo che sorpassa ogni conoscenza, perché siate ricolmi di tutta la pienezza di Dio.

Parola di Dio.

ACCLAMAZIONE AL VANGELO

cf. 1 Tm 3,16

 

Alleluia, alleluia.
Gloria a te, o Cristo, Verbo divino:
manifestato nella carne e annunziato ai pagani.

Alleluia.

 

VANGELO

Gv 1,13. 9 14. 16 18

A quelli che credono nel suo nome ha dato potere di diventare figli di Dio.

Dal vangelo secondo Giovanni.

In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
Egli era in principio presso Dio:
tutto è stato fatto per mezzo di lui,
e senza di lui niente è stato fatto
di tutto ciò che esiste.
In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
la luce splende nelle tenebre,
ma le tenebre non l’hanno accolta.
Veniva nel mondo la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
Egli era nel mondo,
e il mondo fu fatto per mezzo di lui,
eppure il mondo non lo riconobbe.
Venne fra la sua gente,
ma i suoi non l’hanno accolto.
A quanti però l’hanno accolto,
ha dato potere di diventare figli di Dio:
a quelli che credono nel suo nome,
i quali non da sangue,
né da volere di carne,
né da volere di uomo,
ma da Dio sono stati generati.
E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi vedemmo la sua gloria,
gloria come di unigenito dal Padre,
pieno di grazia e di verità.
Dalla sua pienezza
noi tutti abbiamo ricevuto
e grazia su grazia.
Perché la legge fu data per mezzo di Mosè,
la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo.
Dio nessuno l’ha mai visto:
proprio il Figlio unigenito, che è nel seno del Padre,
lui lo ha rivelato.

Parola del Signore

Si dice il Credo

ORAZIONE SOPRA LE OFFERTE

Accogli, Signore, questi doni,
santificati dallo Spirito Santo,
al cui servizio Arnoldo
consacrò tutto se stesso.
Per Cristo nostro Signore.

PREFAZIO

Testimone dell’amore di Dio e della missione della Chiesa

S. Il Signore sia con voi
T. E con il tuo spirito

S. In alto i nostri cuori
T. Sono rivolti al Signore.

S. Rendiamo grazia al Signore, nostro Dio
T. E’ cosa buona e giusta

E’ veramente cosa buona e giusta
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a Te, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno
per Cristo nostro Signore.

Tu ci doni la gioia
di celebrare la solennità di sant’Arnoldo
pastore secondo il tuo cuore,
e servo della Parola.

Nella sua fede incrollabile,
ci offri una luce sicura per i nostri passi,
nella carità operosa,
ci mostri il cammino evangelico,
che unisce razze, culture e nazioni.

Ispirato da Te
inviò missionari in tutto il mondo
per aiutare la chiesa nella sua missione
di annunziare ai Gentili il messaggio di Cristo
e la loro chiamata a partecipare all’eredità eterna.

Per questo mistero di amore
gli Angeli proclamano la tua gloria,
i Troni e le Denominazioni Ti adorano.
Uniti alla moltitudine dei Cori celesti
cantiamo anche noi con voce unanime
l’inno della tua gloria:

Santo, Santo, Santo…

ANTIFONA ALLA COMUNIONE

Gv 17,4 e 6.

Io ti ho glorificato sopra la terra
compiendo l’opera che mi hai dato da fare.
Ho fatto conoscere il tuo nome agli uomini
che mi hai dato nel mondo.

opppure

Gv 1, 14

E il Verbo si fece carne e venne ad abitare
in mezzo a noi;
e noi vedemmo la sua gloria,
gloria come di Unigenito del Padre,
pieno di grazia e di verità.

ORAZIONE DOPO LA COMUNIONE

Il cibo che abbiamo ricevuto, o Signore,
produca in noi il suo effetto,
perché con l'esempio e l’insegnamento di sant’Arnoldo,
siamo rapiti all'amore del tuo Verbo incarnato.
Per Cristo nostro Signore.

BENEDIZIONE SOLENNE

S. Il Signore sia con voi.

T. E con il tuo Spirito

S. Dio gloria e letizia dei suoi servi fedeli,
che ci concede di celebrare la festa di sant’ Arnoldo,
vi dia la sua perenne benedizione.

T. Amen

S. Vi liberi sempre da ogni pericolo,
confermi nel suo amore i vostri cuori,
e vi faccia essere luce per i vostri fratelli.

T. Amen

S. Vi mostri la via della giustizia, della carità e della pace,
perché possiate giungere alla gioia della vita eterna.

T. Amen

S. E la benedizione di Dio onnipotente,
Padre e Figlio e Spirito Santo,
discenda su di voi, e con voi rimanga sempre.

T. Amen

Approvato dalla Congregazione del Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti il 5 gennaio 2007, Franciscus Card. Arinze, Prefetto.

 
LITURGIA DELLE ORE

15 gennaio

SANT’ARNOLDO JANSSEN
sacerdote e fondatore

Solennità

È nato nel 1837 a Goch, una località della Renania, in Germania. Ordinato sacerdote nella diocesi di Münster, si dedicò all’apostolato della preghiera. Avendo a cuore la ricomposizione dell’unità fra i cristiani, nonché la predicazione del Vangelo e la diffusione della Chiesa tra i popoli non ancora credenti in Cristo, fondò nel 1875 nel paese di Steyl, in Olanda, la Società del Verbo Divino. Convinto dell’importanza della presenza femminile nell’opera missionaria, fondò due Congregazioni di suore: nel 1889 le Suore Missionarie Serve dello Spirito Santo e, nel 1896, le Suore Serve dello Spirito Santo dell’Adorazione Perpetua. Morì il 15 gennaio 1998.

Dal Comune dei Pastori

PRIMI VESPERI

Ant. 1 È opera divina collaborare con Dio per la salvezza degli uomini.

Salmi e cantico dal Comune dei pastori.

Ant. 2 La parola di Dio sia diffusa e conosciuta e il regno di Dio annunziato e stabilito in tutto il mondo.

Ant. 3 Il Verbo incarnato ci dia vita con il suo Spirito.

LETTURA BEVE

1 Tim 2, 4-6

Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati e arrivino alla conoscenza della verità. Uno solo, infatti, è Dio e uno solo il mediatore fra Dio e gli uomini, l'uomo Cristo Gesù, che ha dato se stesso in riscatto per tutti.

RESPONSORIO BEVE

cfr. 1 Pt 1,25; Lc 1,2

 

La parola del Signore rimane in eterno: * questa è la parola che vi è stata annunziata.
La parola del Signore rimane in eterno: questa è la parola che vi è stata annunziata.

L’hanno trasmessa coloro che ne furono testimoni fin da principio e ne divennero ministri:
questa è la parola che vi è stata annunziata.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
La parola del Signore rimane in eterno: questa è la parola che vi è stata annunziata.

Ant. al Magn.

A te la lode, a te la gloria, o Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, nei secoli dei secoli.

INTERCESSIONI

Per l’intercessione di sant’Arnoldo imploriamo il Verbo eterno fatto per noi carne e diciamo:
Venga il tuo regno.

Signore Gesù, estendi la tua Chiesa fino ai confini della terra,
affinché abbracci uomini di ogni lingua e cultura.

Desiderato delle genti, diffondi il Vangelo nelle nazioni che non hanno ancora ricevuto la parola di vita,
attira tutti gli uomini a Te.

Salvatore del mondo, fin dall’inizio hai chiamato operai nella tua messe,
suscita anche oggi nuovi apostoli e collaboratori per la missione della chiesa.

Signore Gesù, che sei venuto perché tutti siano uno in Te,
concedi che tutti i battezzati siano animati da stima reciproca ed amore fraterno.

Re dei cuori, che vuoi riunire tutti gli uomini con te nella gloria,
dona ai defunti di ottenere la visione beatifica del tuo volto.

Padre nostro …

ORAZIONE

O Dio, che per mezzo del tuo Verbo fatto carne
hai operato la riconciliazione del genere umano,
concedi propizio per l’intercessione
di sant’Arnoldo sacerdote,
che tutti i popoli, con la luce del Verbo
e con la grazia dello Spirito,
siano liberati dalle tenebre del peccato
e raggiungano la via della salvezza.
Per il nostro Signore Gesù Cristo tuo Figlio,
che è Dio, e vive regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.


UFFICIO DELLE LETTURE

PRIMA LETTURA

Rom 10, 9-18

Dalla lettera dell’apostolo Paolo ai Romani

Chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato.

Se confesserai con la tua bocca che Gesù è il Signore, e crederai con il tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvo. Con il cuore infatti si crede per ottenere la giustizia e con la bocca si fa la professione di fede per avere la salvezza. Dice infatti la Scrittura: Chiunque crede in lui non sarà deluso. Poiché non c’è distinzione fra Giudeo e Greco, dato che lui stesso è il Signore di tutti, ricco verso tutti quelli che l’invocano. Infatti: Chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato. Ora, come potranno invocarlo senza aver prima creduto in lui? E come potranno credere, senza averne sentito parlare? E come potranno sentirne parlare senza uno che lo annunzi? E come lo annunzieranno, senza essere prima inviati? Come sta scritto: Quanto sono belli i piedi di coloro che recano un lieto annunzio di bene! Ma non tutti hanno obbedito al vangelo. Lo dice Isaia: Signore, chi ha creduto alla nostra predicazione? La fede dipende dunque dalla predicazione e la predicazione a sua volta si attua per la parola di Cristo. Ora io dico: Non hanno forse udito? Tutt’altro: “Per tutta la terra è corsa la loro voce, e fino ai confini del mondo le loro parole”.

RESPONSORIO

Is 52,7; Rom 10,8

 

Come sono belli sui monti i piedi del messaggero di lieti annunzi,
* che annunzia la pace, messaggero di bene.

Vicino a te è la parola, sulla tua bocca e nel tuo cuore.

Che annunzia la pace, messaggero di bene.

SECONDA LETTURA

Dagli scritti di sant’ Arnoldo Janssen, sacerdote e missionario

(Fine e fondazione della Società del Verbo Divino, in: Verbum 8, 1966, 405 - 409).

L’attività missionaria deriva la propria origine dalla missione del Figlio e dello Spirito Santo

Il nome “Verbo Divino”, come espresso nel nome della nostra Società, prima di tutto si riferisce al Verbo del Padre, il divin Figlio, ed in secondo luogo alla parola del Figlio, la buona novella di Cristo. Per questo siamo chiamati ad una devozione particolare all’eterno Figlio. I confratelli dovranno perciò spesso meditare sul fatto che Gesù Cristo, Figlio del Padre, è diventato nostro fratello e cibo. In questo modo ci ha insegnato sia l’amore che l’umiltà. In lui vediamo il primo e sommo apostolo, il sacerdote e il pastore delle anime, l’agnello e il leone, il servo e il Figlio di Dio, il pellegrino sulla terra, il maestro, l’ammonitore, il medico degli uomini, ai quali con la dottrina e con la croce apre la via della salvezza. Nella contemplazione della sua santa vita i confratelli dovranno cercare di entrare nel santuario del suo cuore, ammirare e adorare le virtù che egli ha mostrato nella sua vita terrena, eucaristica e mistica ed imitarle nel miglior modo possibile.

Realizzò opere meravigliose, tra cui la redenzione del mondo, la fondazione della Chiesa e l’invio del Paràclito. Di queste, le due prime sono occasione e premesse dell’ultima, in quanto lo Spirito Santo porta a compimento l’opera di Cristo. Infatti, è attraverso il magistero ecclesiastico, le varie iniziative e i sacramenti della salvezza, che lo Spirito vivifica la Chiesa, purifica gli uomini dalle colpe e li rende simili a Dio. Egli è fonte inesauribile di carità: in lui Dio ama se stesso ed il mondo, per mezzo di lui l’amore divino viene riversato nei nostri cuori, con lui il Padre e il Figlio ci inviano una testimonianza del suo amore.

Amiamo quindi lo Spirito in e con Gesù ed il Padre. Il modo migliore per dimostrare il nostro amore è metterci liberamente a disposizione della sua mano potente e lasciarci guidare dall’ispirazione della sua grazia, non solo nel lavorare con impegno, ma anche nel nostro modo di vivere semplice, giusto e santo.

Pur tributando un culto peculiare alla seconda e alla terza Persona della Ss.ma Trinità, non si può trascurare la prima Persona e l’intero mistero trinitario. Il sommo Padre è infatti l’origine santissima e benignissima delle altre Persone ed è il migliore ed il più amabile dei padri. Occorre adorarlo, amarlo, contemplarlo, adoperandoci al contempo per espanderne il regno di carità nel mondo e moltiplicare il numero dei figli che lo amino.

E’ soprattutto la SS.ma Trinità che noi vogliamo onorare con il nostro cuore, con le nostre parole ed azioni: con il nostro cuore attraverso il nostro amore e l’offerta di noi stessi; con le nostre parole, con le nostre preghiere sincere, con la predicazione e con le nostre azioni in tutte le nostre attività. Tra queste attività, le opere di misericordia corporale e spirituale, saranno da noi tenute in massimo conto, perché il Signore le ha raccomandate in modo speciale. Infatti le persone sono immagine di Dio, fratelli e sorelle di Cristo e tempio dello Spirito Santo. Come Dio si prende cura di loro con il suo grande amore e sopporta i loro difetti mentre le aiuta a migliorare, così anche noi cercheremo di fare lo stesso. Questa sarà la nostra regola d’oro, sia nel propagare la fede che nel promuovere l’amore fraterno.

Nel proclamare la Parola di Dio noi dobbiamo indirizzare il nostro lavoro all’incremento della fede cattolica, delle virtù cristiane e allo stesso tempo, alla diminuzione del potere del peccato. In quanto possibile, noi dovremo scegliere quei paesi nei quali potremo aspettarci i massimi risultati dal nostro lavoro o dove la provvidenza divina ci chiamerà. Prima di tutto il nostro lavoro dovrà essere diretto alla conversione dei pagani, dei non-cattolici e dei non-credenti. Questo dovrebbe essere e rimanere il primo scopo della nostra Società, finché la provvidenza di Dio ce lo permette. In tutte queste opere, tuttavia, il nostro più grande impegno dovrebbe essere la conversione di coloro che vivono in luoghi dove il vangelo non è stato ancora predicato. Dobbiamo quindi lavorare con zelo incessante affinché siano convertiti e conoscano il Padre e coloro che egli ha mandato: Gesù Cristo e lo Spirito Santo.

RESPONSORIO

Gv 14, 16; At 1, 8; Gv 16,13

 

Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Consolatore perché rimanga con voi per sempre.
* E mi sarete testimoni fino agli estremi confini della terra.

Lo Spirito di verità vi guiderà alla verità tutta intera.
* E mi sarete testimoni fino agli estremi confini della terra.

INNO Te Deum

Orazione come alle Lodi mattutine


LODI

Ant. 1 Egli era la luce vera, quella che illumina ogni uomo.

Salmi e cantico della domenica, 1.a settimana.

Ant. 2 Annunciare la Buona Novella è il primo e il più grande atto di amore del prossimo.

Ant.3 E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi.

LETTURA BREVE

1 Gv 1, 1-3

Ciò che era fin da principio, ciò che noi abbiamo udito, ciò che noi abbiamo veduto con i nostri occhi, ciò che noi abbiamo contemplato e ciò che le nostre mani hanno toccato, ossia il Verbo della vita - poiché la vita si è fatta visibile, noi l'abbiamo veduta e di ciò rendiamo testimonianza e vi annunziamo la vita eterna, che era presso il Padre e si è resa visibile a noi - quello che abbiamo veduto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché anche voi siate in comunione con noi. La nostra comunione è col Padre e col Figlio suo Gesù Cristo.

RESPONSORIO BREVE

Gv 1, 14

Il Verbo si fece carne * e venne ad abitare in mezzo a noi.
Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi.

Noi vedemmo la sua gloria, perché venne nel mondo.
E venne ad abitare in mezzo a noi.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi.

Ant. al Ben.

Dinanzi alla luce del Verbo e con la grazie dello Spirito recedano le tenebre del peccato e la notte dell’incredulità, e il cuore di Gesù viva nei cuori degli uomini.

INVOCAZIONI

Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito affinché il mondo si salvi per mezzo di lui. Con fiducia lo preghiamo:
Signore, salva il tuo popolo.

Verbo del Padre, che ti sei fatto carne e hai abitato fra noi,
fa’ che riconosciamo il tuo volto negli uomini di ogni lingua, cultura e nazione.

Salvatore del mondo, che sei venuto non per giudicare e condannare il mondo, ma per salvarlo,
fa’ che tutti i popoli conoscano l’amore di Dio per loro.

Gesù, che hai sostato al pozzo di Sicar per parlare con la samaritana,
fa’ che siamo sempre pronti di dialogo con gli stranieri.

Tu, che hai inviato i discepoli ad annunciare il Vangelo in tutto il mondo,
rendici missionari, pronti ad annunciare il Vangelo.

Tu, che sei venuto a redimere i figli di Dio che erano dispersi,
fa’ che tutti abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza.

Padre nostro…

ORAZIONE

O Dio, che per mezzo del tuo Verbo fatto carne
hai operato la riconciliazione del genere umano,
concedi propizio per l’intercessione
di sant’Arnoldo sacerdote,
che tutti i popoli, con la luce del Verbo
e con la grazia dello Sprito,
siano liberati dalle tenebre del peccato
e raggiungano la via della salvezza.
Per il nostro Signore Gesù Cristo tuo Figlio,
che è Dio, e vive regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.


ORA MEDIA

Inno secondo l’ora del giorno: antifone indicate con la salmodia complementare.
Quando la solennità cade in domenica, si dicono i salmi della domenica.

TERZA

Ant. Lo Spirito di verità mi renderà testimonianza, e anche voi mi sarete testimoni.

LETTURA BREVE

Ez. 36, 26-27

Vi darò un cuore nuovo, metterò dentro di voi uno spirito nuovo, toglierò da voi il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne. Porrò il mio spirito dentro di voi e vi farò vivere secondo i miei precetti e vi farò osservare e mettere in pratica le mie leggi.

Un solo corpo ed un solo Spirito,
come una è la speranza alla quale siete chiamati.

SESTA

Ant. Perfetta carità è osservare la parola di Cristo.

LETTURA BREVE

Ef 3, 3.5-7

Questo mistero non è stato manifestato agli uomini delle precedenti generazioni come al presente è stato rivelato ai suoi santi apostoli e profeti per mezzo dello Spirito: che i Gentili cioè sono chiamati, in Cristo Gesù, a partecipare alla stessa eredità, a formare lo stesso corpo, e ad essere partecipi della promessa per mezzo del vangelo, del quale sono divenuto ministro per il dono della grazia di Dio a me concessa in virtù dell'efficacia della sua potenza.

Andate in tutto il mondo,
e predicate il vangelo ad ogni creatura.

NONA

Ant. Noi siamo i cooperatori di Dio; voi siete il campo di Dio, l’edificio di Dio.

LETTURA BREVE

1 Tim 3, 13

Coloro che avranno ben servito, si acquisteranno un grado onorifico e una grande sicurezza nella fede in Cristo Gesù.

Se il Signore non costruisce la casa,
invano vi faticano i costruttori.

Orazione conclusiva come alle Lodi.


SECONDI VESPERI

Ant. 1 Se confidiamo nel Signore e facciamo ciò che è possibile, egli non ci abbandonerà.

Salmi e cantico dal Comune dei Pastori.

Ant. 2 Al servo saggio e fedele il Signore affida la cura della sua casa.

Ant. 3 Se qualcuno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e prenderemo dimora presso di lui.

LETTURA BREVE

Rom 5, 3-5

Noi ci vantiamo anche nelle tribolazioni, ben sapendo che la tribolazione produce la pazienza, la pazienza una virtù provata e la virtù provata la speranza. La speranza, poi, non delude, perchè l'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato.

RESPONSORIO BREVE

Cf. At 1,8

Riceverete forza dallo Spirito Santo, * quando verrà su di voi.
Riceverete forza dallo Spirito Santo, quando verrà su di voi.

E mi sarete testimoni fino all’estremità della terra.
Quando verrà su di voi.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Riceverete forza dallo Spirito Santo, quando verrà su di voi.

Ant. al Magn.

Sia conosciuto, amato e glorificato Dio, uno e trino: la potenza del Padre, la sapienza del Figlio e l’amore dello Spirito Santo.

INTERCESSIONI

Per l’intercessione di sant’Arnoldo, eleviamo le nostre preghiere a Dio uno e trino, dicendo:
Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.

Padre misericordioso e pieno di amore, che ti prendi cura di tutte le tue creature,
possano sperimentare il tuo amore quanti non sono amati e sono soli ed emarginati.

Gesù, Figlio di Dio e Verbo fatto carne, che sei morto in croce per la nostra salvezza,
possano tutti essere toccati dalla tua grazia.

Spirito Santo, Consolatore e Fonte di vita,
fa' che i ciechi possano vedere, gli oppressi essere liberati ed i poveri ricevere la buona novella.

O Trinità beata, tu sei un Dio solo nell’amore,
fa' che la Chiesa ed il mondo vivano nell’unità e nella pace.

O Gesù, che ci nutri con la Parola e con il Pane della vita,
fa’ che siamo sempre coscienti della tua presenza e della tua potenza nella nostra vita.

O Gesù, accogli nel tuo regno i nostri fratelli e sorelle defunti,
e rivela loro la gloria del tuo volto.

Padre nostro…..

ORAZIONE

O Dio, che per mezzo del tuo Verbo fatto carne
hai operato la riconciliazione del genere umano,
concedi propizio per l’intercessione
di sant’Arnoldo sacerdote,
che tutti i popoli con la luce del Verbo
e con la grazia dello Spirito,
siano liberati dalle tenebre del peccato
e raggiungano la via della salvezza.
Per il nostro Signore Gesù Cristo tuo Figlio,
che è Dio, e vive e regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Approvato dalla Congregazione del Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti il 5 gennaio 2007, Franciscus Card. Arinze, Prefetto.